Patti – Barone Romeo: Salvatore Barbera è il nuovo responsabile della Chirurgia Vascolare

Buone notizie per l’ospedale “Barone Romeo” di Patti. L’Asp, dando seguito alla procedura concorsuale, ha affidato l’incarico di responsabile dell’Unità Operativa Semplice Dipartimentale di Chirurgia Vascolare del nosocomio pattese al dott. Salvatore Barbera, 52 anni. La nomina, che ha una durata di 5 anni, è stata firmata dal commissario straordinario dell’Asp Messina dott. Bernardo Alagna e dal direttore sanitario dott. Domenico Sindoni.

Il dott. Barbera, specialista in chirurgia generale e in chirurgia vascolare, è in servizio presso la divisione di Chirurgia Vascolare del nosocomio pattese dall’agosto 2001. Negli anni ha dimostrato grande professionalità e la scelta di nominarlo alla guida del reparto rappresenta una linea di continuità con la gestione dell’unità operativa che, in questi anni, è diventato riferimento per il comprensorio nebroideo e fiore all’occhiello dell’ospedale “Barone Romeo”. Diverse le attività espletate nel tempo in particolare per la diagnosi delle patologie che intaccano vene e arterie, Centinaia gli interventi eseguiti tra cui il bypass a carico degli arti inferiori, tea carotidee e stents carotidei, innesti aortici ed esclusioni endovascolari di aneurismi della aorta addominale (evar). Tra le procedure seguite nel reparto ci sono anche quelle angiologiche mininvasive in anestesia locale che permettono la risoluzione di problematiche varicose in regime di day hospital. Di particolare rilievo l’esecuzione di procedure endovascolari per la rivascolarizzazione degli arti inferiori e il trattamento del piede diabetico.

La nomina del dott. Barbera alla guida dell’unità operativa di chirurgia vascolare rappresenta una notizia di rilievo per il nosocomio pattese che, da anni, ha visto ridursi le presenze di medici e personale infermieristico, azzerare quasi di fatto l’attività di reparti un tempo riferimento della sanità nebroidea e portato ad un declassamento ad ospedale di base con il rischio di chiusura che torna periodicamente di attualità.

Sono ancora numerose le criticità che dovranno essere risolte per riportare l’ospedale pattese ai fasti di un tempo. Ma da alcuni mesi sembra che l’attenzione per la struttura sanitaria di Via Mazzini sia tornata alta e gli impegni registrati dal commissario dell’Asp fino ad oggi lasciano ben sperare per il futuro dell’ospedale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!