Coronavirus Messina – De Luca sul piede di guerra

“Non intendo far diffondere il virus a causa della mala burocrazia”. Tuona così il sindaco di Messina Cateno De Luca.

“La città – ha scritto su facebook – deve sapere quanti soggetti della settimana bianca a Madonna di Campiglio sono risultati infettati ed hanno omesso di mettersi in quarantena contagiando altri. Nella mia qualità di massima autorità locale di sanità ho il diritto di sapere quanti e chi sono queste persone per tutelare la mia comunità dalla diffusione”.

Cateno De Luca è sul piede di guerra dopo il caso positivo di sabato scorso di un medico tornato dalla settimana bianca in Trentino a cui avrebbero partecipato oltre cento messinesi. “Ho chiesto – ha scritto ancora – all’Asp di mettere a disposizione della polizia municipale la banca dati dei soggetti che sono stati messi in quarantena. Ho denunciato all’autorità giudiziaria quanto abbiamo appreso chiedendo un intervento immediato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!