Winenot? al That’s Amore, avviato il “digital tasting” al tempo del Coronavirus

Sarebbe dovuto svolgersi a Marzo la seconda parte del corso di avvicinamento al vino “Winenot?” promosso dal That’s Amore di Marina di Patti.

L’iniziativa aveva riscosso l’apprezzamento dalle numerose persone che avevano preso parte agli appuntamenti che si erano svolti tra ottobre e dicembre scorso e culminati nella visita ad una cantina del territorio con degustazione di vini. L’obiettivo delle lezioni tenute dal sommelier Lillo Giacoppo era avvicinare i winelover all’affascinante mondo del vino al fine di approfondire le proprie conoscenze per bere in modo più consapevole.

L’emergenza coronavirus ha, quindi, costretto a rinviare il corso, vista l’esigenza di restare a casa, ma la volontà di sentirsi ancora uniti nella passione del vino ha spinto i titolari del That’s Amore a portare avanti l’idea del “digital tasting”, un nuovo modo di comunicare e interagire tra gli appassionati al tempo del covid-19.

I winelover si sono dati appuntamento nei giorni scorsi per stabilire il tema delle tre degustazioni in programma e gli abbinamenti dei cibi. Lo svolgimento delle lezioni a distanza ha anche avuto uno stimolo in più per riuscire a trovare le giuste combinazioni che potessero consentire a tutti i partecipanti di seguire la stessa linea di sapori.

Domenica 5 aprile si è così svolta la prima degustazione virtuale sotto la preziosa guida del sommelier Lillo Giacoppo che ha ripreso le basi dell’avvicinamento alla comprensione del vino, passando poi agli abbinamenti dei cibi.

Grazie all’utilizzo delle tecnologia e all’iniziativa dei vari imprenditori si è così potuto continuare a coltivare, ognuno nelle proprie case, una passione per il bere consapevole e soprattutto bere in maniera intelligente.

“Quello che stiamo vivendo – ha detto Ciccio Arrigo, titolare del That’s Amore – è un momento difficile per tutti. Sono sicuramente, a modo loro, dei giorni storici che ricorderemo per molto tempo. Abbiamo il dovere di rimanere a casa, ma anche quello di mantenere vive le nostre passioni. Per questa è venuta l’idea di proporre il corso, che è assolutamente gratuito, utilizzando le tecnologie con l’intento di tenere vive le nostre passioni e creare un luogo di incontro virtuale. parlando di abbinamenti, aneddoti attraverso il piacere di stare insieme in convivialità, seppur lontani. Abbiamo cercato – quindi – un modo per stare vicini alle persone, incoraggiando il rispetto delle necessarie restrizioni a cui tutti dobbiamo attenerci in questo momento”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!