Patti (Me) – Si apre stasera il Festival dei due Mari a Villa Pisani

Prenderà il via questa sera il Festival dei due mari che, nella sua diciannovesima edizione, dedica un ampio spazio alla suggestiva Villa pisani. Il primo spettacolo in programma è “Lo scoglio del Mannaro” di Simone Corso.

Lo scoglio del Mannaro è un racconto che affonda le sue radici dentro il terreno del mito. È una fiamma accesa in un tempo passato, ormai troppo lontano perché questo giovane scrittore ricordi la ragione del suo ardere, e così proverà a toccarla con mano, vorrà accertarsi del suo esistere, della ragione del suo bruciare. Passato, presente e futuro si mischiano in un incontro di culture, mito e reale si legano in un abbraccio in cui è impossibile distinguere l’uno o l’altro, come se l’uno completasse l’altro e viceversa, per non lasciare che il vero perda la meraviglia della sua diversità. Muovendosi tra due forme teatrali complementari come il cunto e il teatro di narrazione, lo spettacolo compie due viaggi: uno alla scoperta dell’antica Tindari e del territorio circostante e uno, interiore, alla scoperta di sé stessi attraverso l’incontro con l’alterità. Il protagonista della vicenda infatti, lo scrittore Edward Hutton, impersonato da Corso, andando incontro al mito del mannaro sullo scoglio per svelarne il mistero scoprirà una parte di sé stesso che non conosceva, la parte più oscura della società umana, quella che impone la verità senza conoscerla, che maschera la diversità col vestito della “colpa” per poterla meglio sopraffare. Solo riconoscendo che dentro ognuno di noi vive, in diversa misura, questo sentimento possiamo cominciare a immaginare un mondo più equo e solidale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!