Patti (Me) – Ponte della Vergogna, sollecitato un intervento per la messa in sicurezza

Una mozione per impegnare l’amministrazione a valutare un intervento di rifacimento del manto stradale della via di collegamento tra Patti e la frazione San Cosimo è stata presentata dai consiglieri di maggioranza Placido Salvo, Luca Musmeci, Melina Virzì, Giusy Cannata e Francesco Arrigo.

Placido Salvo

I cinque esponenti della coalizione che appoggia il sindaco Mauro Aquino prendono spunto dalla legge di stabilità del Governo nazionale che, per l’anno 2019, ha assegnato ai comuni contributi per investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale. Per gli Enti con una popolazione fino a 20mila abitanti sono previsti contributi per 100mila euro. Tra questi rientra anche il Comune di Patti. A tal fine Salvo, Musmeci, Virzì, Cannata ed Arrigo invitano l’amministrazione Aquino a valutare un intervento di rifacimento del manto bituminoso della strada di collegamento con la frazione San Cosimo che, come si legge nella mozione, viste le sue condizioni reca una situazione di importante disagio agli utenti e rappresenta anche una via fondamentale per il colelgamento con le frazioni collinari.

Nella stessa mozione i consiglieri comunali sollecitano il primo cittadino ad intervenire presso la Città Metropolitana di Messina per chiedere la messa in sicurezza del ponte esistente sulla strada provinciale 121 in località Belfiore che sovrasta la scorrimento veloce Patti – San Piero Patti. Gli esponenti della maggioranza evidenziano il possibile rischio di crolli e di distacchi di calcinacci con pericolo per la circolazione viaria essendo, adesso, l’arterio particolarmente trafficata in quanto è il principale collegamento con i paesi montani quali Librizzi e San Piero Patti.

Il Ponte in contrada Belfiore a Patti

Il ponte, per questioni di sicurezza, è chiuso da oltre un decennio e consentiva di raggiungere la zona Asi con facilità prima dell’apertura della strada scorrimento veloce e la realizzazione del ponte sul Timeto. L’infrastruttura, nota come ponte della vergogna, è caduta ormai nel dimenticatoio, ma rappresenta un possibile pericolo, anche in base alle segnalazioni dei consiglieri comunali, e quindi sarebbe opportuno un intervento per la messa in sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!