Patti (Me) – L’associazione Don Liu al lavoro per un Gran Carnevale Pattese

Mentre entra nel vivo la macchina organizzativa del Gran Carnevale Pattese anche i privati e le associazioni locali si mettono in moto per garantire la riuscita della manifestazione.

E, da qualche settimana, l’associazione “Don Liu” ha avviato la scuola di cartapesta, grazie al contributo della famiglia Mondello e curata dal maestro Salvatore Gumina. L’iniziativa vuole essere uno strumento per salvaguardare una antica tradizione della città di Patti.

Per aiutare anche i tanti volontari che si impegnano per la realizzazione dei carri allegorici e dei gruppi mascherati, l’associazione ha deciso di creare degli strumenti di supporto a chi lavora con passione al fine di partecipare attivamente al Gran Carnevale.

Quindi, al fine di incentivare la partecipazione ed aiutare i tanti che si impegnano per la riuscita dell’evento più atteso della città, l’associazione “Don Liu”, fondata proprio dalla famiglia Mondello, in collaborazione con alcuni operatori commerciali della città, ha deciso di aiutare, nei modi che saranno ritenuti opportuni, chi sta lavorando per la creazione dei carri e dei gruppi. Un impegno concreto per un’appuntamento che si speri torni agli antichi fasti e che, almeno per due giorni, aiuta tutti a dimenticare i problemi quotidiani lasciando spazio solo alla gioia e alla fantasia. “L’associazione – ha spiegato Enza Mondello – a chi ne farà richiesta fornirà un contributo che potrà essere erogato o in materiali necessari per la realizzazione dei carri e dei gruppi oppure in denaro. L’obiettivo dell’associazione è quello di puntare alla crescita della manifestazione che è sentita e vissuta da tutta la città ed in particolare dalla nostra famiglia”.

Già i Mondello, per ringraziare la città di Patti di aver ufficialmente dichiarato che la maschera di “Don Liu cu sciccareddu” simbolo della manifestazione, avevano deciso di istituire un premio in denaro legato al carnevale. E, proprio per questo, il carro di apertura dell’edizione 2020 sarà “Don Liu Don Liu” ovvero la raffigurazione del Siminzaru, personaggio emblematico della storia della città, anima scherzosa disposta sempre a regalare un po’ di allegria al prossimo.

Per quanto riguarda il premio legato alla figura di Don Liu saranno donati, dalla famiglia Mondello, mille euro che saranno suddivisi in due categorie con i vincitori scelti dalla famiglia Mondello. Il primo sarà dato al carro o al gruppo che meglio rappresenteranno lo spirito del Carnevale e, soprattutto, di Don Liu Simenzaru, rimasto nei cuori di tutti per la sua capacità di aprirsi alla gioia e di regalarne incondizionatamente. Il secondo premio sarà offerto ad una delle persone, che negli anni, si sono maggiormente spese per la riuscita e la valorizzazione del Carnevale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!