Patti (Me) – Family card, l’amministrazione smentisce se stessa: non valida per le utenze

Il dirigente del primo settore servizi alla persona del Comune di Patti, dott.ssa Marcella Gregorio, con propria determinazione ha rettificato l’avviso pubblico e l’istanza d’accesso ai fondi regionali erogati per l’emergenza coronavirus.

In pratica, allineandosi alle disposizioni regionali, già rese note prima della pubblicazione del bando, i fondi erogati non potranno essere utilizzati per le utenze domestiche, ma solo per l’acquisto di beni di prima necessità che includono anche i prodotti per l’igiene personale e della casa.

La presentazione delle domande per l’accesso agli aiuti economici scadrà il 3 maggio alle ore 12 e la modifica dell’avviso non pregiudica le istanze già inviate che, però, saranno adeguate alle nuove disposizioni.

Era stato il vicesindaco Alessia Bonanno il 16 aprile scorso ad annunciare l’apertura del nuovo bando e l’importante novità. Infatti l’esponente del Governo cittadino aveva affermato che l’utilizzo dei fondi erogati, a Patti, era allargato anche alle utenze domestiche anche se già, con nota del 7 aprile, la Regione Siciliana aveva esplicitato che le somme messe a disposizione non sarebbero potute essere spese per il pagamento delle bollette, ma esclusivamente per beni di prima necessità quali alimenti, farmaci e prodotti per l’igiene.

Il vice sindaco Alessia Bonanno ci ha fatto sapere che la comunicazione da parte della Regione Siciliana al Comune di Patti della modifica dell’avviso inerente l’errore dell’Assessorato regionale in merito all’indicazione delle utenze è giunto a Palazzo dell’Aquila solo dopo la pubblicazione del bando per cui si è proceduti a rettificare l’avviso per l’erogazione dei fondi messi a disposizione per l’emergenza covid-19.Solo qualche giorno fa – ha spiegato il vicesindaco – ci è arrivata la comunicazione da parte della Regione Siciliana con cui veniva esplicitato che non potevano essere utilizzate le somme per il pagamento delle utenze. Allo stesso tempo siamo stati informati che prossimamente ci saranno novità in merito al pagamento degli affitti. noi ci muoviamo in base alle indicazioni della Regione Siciliana. La Regione – ha aggiunto Alessia Bonanno – ha comunicato al Comune di Patti la modifica solo il 21 aprile. Purtroppo questi cambiamenti, generano solo confusione nelle persone già alle prese con la crisi economica. Ci auguriamo una maggiore chiarezza nel futuro. In questa occasione è la Regione che smentisce se stessa e non il Comune“.

Sulla questione sono intervenuti i consiglieri indipendenti Luca Musmeci e Placido Salvo. “La determina n. 357 del 24 aprile – hanno scritto in una nota stampa – elimina la possibilità di pagare le utenze con i buoni spesa che saranno emessi a valere sui fondi regionali dimostrando una grande confusione e la mancanza dei dovuti approfondimenti. Oggi è necessario un immediato chiarimento nelle stesse modalità con le quali è stato pubblicizzato il bando per non dare false illusione ai cittadini. E soprattutto non è più procrastinabile l’istituzione di un fondo comunale per far fronte al pagamento delle utenze per le famiglie che ne avranno bisogno, come più volte richiesto senza essere ascoltati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!