Patti (Me) – Emergenza Coronavirus: chiesta tenda per il pre-triage all’ospedale

Una tenda per il pre-triage, il sistema di selezione che si usa al pronto soccorso e che stabilisce i criteri di priorità, potrebbe essere montata a giorni presso gli ospedali di Patti e Sant’Agata di Militello.

A richiederla con insistenza per il nosocomio pattese, nei giorni scorsi, erano stati i consiglieri comunali di Patti Salvo Placido e Luca Musmeci. Adesso sembrerebbe che sia arrivato il via libera, non solo per il “Barone Romeo”, ma anche per l’ospedale di Sant’Agata di Militello. L’obiettivo è quello di differenziare in maniera netta i percorsi ospedalieri, ridurre il rischio di contagio degli utenti e contenere il rischio di contaminazione degli ambienti.

La struttura sanitaria pattese si sta attrezzando per affrontare l’emergenza coronavirus e già, all’interno dell’ospedale, è stato istituito un percorso di sicurezza per i pazienti in arrivo con sintomi influenzali. Anche se l’invito a tutti è sempre quello di non recarsi direttamente al pronto soccorso ma di chiamare il medico di famiglia, esiste il rischio che la gente non ascolti i consigli e raggiunga direttamente l’ospedale.

Al fine di garantire ancora una maggiore sicurezza e prevenzione, quindi, potrebbe essere montata a giorni la tenda per il triage nel parcheggio del “Barone Romeo”.

“Qualche settimana fa – hanno scritto Salvo e Musmeci – sono state montate delle tende per consentire un fase di pre- triage dinanzi ai PS degli Ospedali di Milazzo e di Barcellona. Già nella seduta dell’ultimo consiglio comunale si era evidenziata l’opportunità di prevedere anche a Patti una analoga misura. Sono passati circa 10 giorni e nulla è stato disposto. A seguito della costante interlocuzione con l’assessore regionale On.le Bernadette Grasso, che abbiamo voluto interessare anche di questa vicenda e alla quale va il nostro ringraziamento per il pronto impegno e l’immediato riscontro, ci sono state date rassicurazioni che a brevissimo sia l’Ospedale di Patti che quello di Sant’Agata di Militello saranno dotati della tenda pre-triage per garantire maggiore sicurezza a tutti gli operatori sanitari, nonché a tutti gli utenti delle strutture ospedaliere.

I due consiglieri hanno voluto ribadire l’importanza di rispettare le regole di prevenzione diffuse dal ministero della sanità e le norme previste dal DPCM dell’8 marzo. “Ai nostri concittadini – hanno scritto in una lettera aperta – ribadiamo che è il momento della responsabilità. Oggi ognuno di noi è responsabile della salute e della vita degli altri, di un proprio famigliare, di un proprio vicino, di un conoscente. Quindi è necessario seguire tutte le prescrizioni che provengono dalle autorità competenti, ricordando che chi è stato o è transitato, nei 14 giorni antecedenti l’8 marzo u.s., nelle zone rosse stabilite con DPCM del 8.3.2020, deve comunicare il suo rientro in Sicilia con l’obbligo della permanenza domiciliare in isolamento fiduciario . Se ognuno di noi metterà al primo posto il rispetto della vita umana, vinceremo insieme questa battaglia e in forza di rinnovati valori faremo tornare la nostra comunità e la nostra Nazione“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!