Palermo, cade durante educazione fisica e batte la testa: morta a scuola una bimba di 10 anni

Una bambina di 10 anni è morta dopo aver battuto la testa mentre faceva educazione fisica a scuola. E’ successo nell’istituto Vittorio Emanuele Orlando di via Lussemburgo a Palermo. La piccola sarebbe morta sul colpo. Ancora non è chiaro se la caduta sia stata o meno causata da un malore oppure se sia scivolata per cause da stabilire. I sanitari subito chiamati sul posto non hanno potuto far altro che constatare il decesso.

Sull’accaduto il Governo regionale ha espresso il proprio cordoglio attraverso l’assessore all’Istruzione Roberto Lagalla. “In un anno scolastico reso difficile dalla pandemia in corso – ha dichiarato – giunge la tragica notizia della scomparsa della piccola alunna della scuola Vittorio Emanuele Orlando di Palermo, che ha trovato la morte in un momento di spensieratezza e di gioco, veri valori aggregativi dell’infanzia e della scuola. Siamo addolorati e attoniti. Il governo della Regione Siciliana si unisce al dolore della famiglia e dell’intero Istituto, con la certezza che, nell’interesse di tutti, saranno approfondite e conosciute le cause del gravissimo incidente. Tuttavia, una vita è stata recisa in tenera età e nulla potrà restituirla ai suoi affetti e ai suoi compagni. Personalmente, da padre e da nonno, esprimo sentimenti di particolare e affettuosa vicinanza ai familiari e alla scuola, sicuro di interpretare anche l’unanime pensiero della comunità siciliana”.

“Si tratta di una tragedia immane, che colpisce la famiglia della piccola, la comunità scolastica e tutta la città – ha dichiarato il sindaco di Palermo Leoluca Orlando. Sono certo di interpretare i sentimenti non solo dell’Amministrazione comunale ma di tutta Palermo, nell’esprimere vicinanza nel dolore alla famiglia di questa piccola, ai suoi insegnanti e ai suoi compagni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!