Caso Villa San Giovanni – Musumeci: quarantena in Calabria. Maria Grazia Richichi: traghetteranno per Messina

Tutte le Istituzioni sono pronte a ribadire che le persone giunte a Villa San Giovanni non erano autorizzate ad arrivare in Sicilia. Il Governatore dell’Isola, Nello Musumeci, ha detto su Facebook, che resteranno in Calabria per la quarantena a carico della Regione, ma l’assessore del Comune di Villa San Giovanni Maria Grazia Richichi dichiara che traghetteranno per Messina. Cosa accadrà veramente?

“La linea della fermezza è conosciuta – ha detto Musumeci. Le leggi vanno rispettate da tutti. Sapevano che non potevano attraversare lo Stretto di Messina, ma i controlli non ci sono stati. E si è creata questa situazione di circa 200 persone bloccate a Villa San Giovanni”.

E, quindi, con le persone che si sono assembrate al porto di Villa San Giovanni la Regione Siciliana ha deciso di requisire una struttura ricettiva per ospitare le famiglie con donne in gravidanza, bambini ed anziani. I costi per l’alloggio dei residenti nell’Isola sarà a carico della Regione Siciliana. Le persone saranno messe in quarantena.

Ma l’assessore Maria Grazia Richichi ha dichiarato in una diretta facebook: “L’assessore alla salute della Regione Siciliana ha trovato una soluzione per permettere alle famiglie che hanno minori o donne in gravidanza di traghettare per prime e poi fare la quarantena obbligatorio, come è giusto che sia, nel territorio siciliano”.

Quale delle due soluzioni è quella che sarà adottata nella realtà?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!