Calcio – Mondiale femminile, l’Italia verso gli ottavi

Avanza l’Europa del Calcio al Mondiale. Germania, Norvegia e Francia sono le prime tre squadre qualificate ai Quarti di finale dopo il netto successo (3-0) delle tedesche sulla Nigeria, la vittoria ai rigori delle norvegesi sull’Australia, tradita anche da un errore dal dischetto della sua stella Sam Kerr ed il successo francese sulle brasiliane. L’Italia guarda da spettatrice interessata, dato che il Mondiale qualificherà ai Giochi Olimpici di Tokyo le tre migliori nazionali europee.

Ma intanto bisogna pensare all’Ottavo di finale con la Cina, primo match da dentro o fuori per le Azzurre nel torneo: sono 18.000 i biglietti venduti per la sfida in programma martedì (ore 18 – diretta su Rai 1) allo ‘Stade de La Mosson’ di Montpellier, dove in tribuna sono attesi anche il presidente federale Gabriele Gravina e il direttore generale Marco Brunelli.

Contro una difesa molto organizzata, che ha subito un solo gol nel girone, potrebbero essere decisivi i calci piazzati. L’Italia ha una specialista in Valentina Cernoia, 28 anni.

Da molti è indicata come una delle più forti centrocampiste del Mondiale, il suo piede sinistro è un’arma preziosa a disposizione di Milena Bertolini: “Sentivo dentro che avremmo potuto fare qualcosa di importante. Quest’Italia ha ancora molto da dimostrare, possiamo sorprendere tutti quelli che ci seguono da casa e soprattutto noi stesse. Forse nessuno si aspettava che facessimo questo grande percorso nel Mondiale e vogliamo ancora toglierci grandi soddisfazioni”. La sconfitta con il Brasile, ininfluente ai fini del primo posto nel girone, non ha minato l’entusiasmo del gruppo, anzi: “Non ci ha minimamente toccate perché c’è la consapevolezza di aver fatto una grandissima prestazione contro una squadra molto forte. Con la Cina dovremo sfruttare l’estro e la fantasia nelle nostre giocate ed essere brave nella gestione del pallone. Loro hanno gioco corale e pressing asfissiante, dovremo essere brave a pungere al momento giusto, a trovare la giocata per sbloccare la partita”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!