Bandiere Blu, svelate le spiagge eccellenti del 2019

È stata annunciata la prima delle liste dell’anno dedicate alle spiagge e al mare più belli, più puliti, meglio tutelati: è la lista delle Bandiere Blu, assegnata dalla ong danese Foundation for Environmental Education (FEE). Per il 2019 in Italia sono tante le novità: le Bandiere Blu sventolano su 385 spiagge in 183 Comuni (nel 2018 erano 368 in 175 Comuni, e nel 2017 163), con 4 esclusi rispetto allo scorso anno e 12 new entry (tra cui Pisticci, Villapiana, Anzio, Imperia e Sanremo). Le spiagge italiane sono circa al 10% delle spiagge premiate a livello mondiale.

La Bandiera Blu è un riconoscimento internazionale, istituito nel 1987 Anno europeo dell’Ambiente, che viene assegnato ogni anno in 49 paesi, inizialmente solo europei, più recentemente anche extra-europei, con il supporto e la partecipazione delle due agenzie dell’ONU: UNEP (Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente) e UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo) con cui la FEE ha sottoscritto un Protocollo di partnership globale e riconosciuta dall’UNESCO come leader mondiale per l’educazione ambientale e l’educazione allo sviluppo sostenibile. Bandiera Blu è un eco-label volontario assegnato alle località turistiche balneari che rispettano criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio. Obiettivo principale di questo programma è quello di indirizzare la politica di gestione locale di numerose località rivierasche, verso un processo di sostenibilità ambientale.

La procedura di certificazione segue la norma Uni-En Iso 9001:2015.
Requisito fondamentale sono i risultati delle analisi che, nel corso degli ultimi quattro anni, le Arpa (Agenzie regionali per la protezione dell’ambiente) hanno effettuato nell’ambito del Programma nazionale di monitoraggio, condotto dal ministero della Salute insieme a quello dell’Ambiente. Ma non è l’unico. Per piantare la bandiera blu su uno o più tratti di costa occorre incassare buoni punteggi anche in altri 32 indicatori che vengono aggiornati periodicamente e che riguardano, ad esempio, la gestione dei rifiuti e le iniziative di educazione e salvaguardia ambientale, l’accessibilità alle spiagge, la valutazione delle aree naturalistiche. Inoltre, insieme ad enti istituzionali e privati, la Fee fa verifiche periodiche molto approfondite.

Queste le località premiate con la bandiera blu in Sicilia: Ispica (RG), Lipari (ME), Stromboli, Lipari, Vulcano, Menfi (AG), Pozzallo (RG), Ragusa (RG), Santa Teresa di Riva (ME) e Tusa (ME).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!